INIZIO DELLA QUARESIMA

quaresima2

Carissimi fratelli e ancor di più care sorelle,

 

oggi cominciamo con l’aiuto della Grazia del Signore il tempo più particolare di tutto l’anno liturgico, ossia la Quaresima. Probabilmente la prima cosa che ci viene in mente quando sentiamo la parola Quaresima non è niente di spettacolare. Anzi spesso si tende a guardare la Quaresima soltanto sotto il profilo della penitenza, mortificazione, fioretti ecc. In questo c’è però una cosa vera. La Quaresima è un tempo serio. Gioioso, però seriamente gioioso. Tuttavia questa gioia quaresimale non è (e non può essere) una finzione. Non è una festa soltanto per dire. È una festa che pian piano cresce in noi. Arriva piano e lentamente, perché è grande. Nel mistero Pasquale bisogna essere introdotti piano, perché non è l’informazione che conta che il Signore è Risorto, bensì ci vuole sperimentarlo, per poter nutrirsi di questa parola. Ora, come succede con ogni tipo di nutrimento, nemmeno questo non avviene in un attimo. Ci vuole il tempo. Niente strano, siamo gli esseri temporali. Per questo apriamo carissimi i nostri cuori ad ascoltare la voce dello Spirito che ci guida fino alla Pasqua eterna.